Orfani – 1. L’Inizio (di Roberto Recchioni e Emiliano Mammucari)

Originally posted on Plutonia Experiment:

Orfani

Orfani – 1. L’inizio
di Roberto Recchioni e Emiliano Mammucari
Bao Publishing Editore
352 pagine a colori, 27 euro

Sinossi

I primi tre capitoli della saga di Orfani, la prima serie a colori della Sergio Bonelli Editore, ideata da Roberto Recchioni, in un curatissimo volume oversize, cartonato e su carta di altissima qualità, con una grande quantità di extra, materiali preparatori, commenti degli autori e una copertina inedita di Emiliano Mammucari a racchiudere il tutto. L’edizione definitiva di un classico moderno, che BAO proporrà in quattro volumi a cadenza trimestrale. (Fonte: sito Bao)

View original 494 more words

CULPA deli – prelibatezze italiane e non

Originally posted on ateniesipercaso:

Ok…Atene è una capitale europea e anche qui si può gustare al ristorante la cucina di tutto il mondo….ma certe volte sono i prodotti freschi, da cucinare a casa propria, quelli che mancano di più.

La risposta a questo desiderio è CULPA Deli, ovvero un emporio di prelibatezze (tra cui molte italiane) dove potrete, a caro prezzo chiaramente, appagare gran parte delle vostre voglie tricolore. 

Qui troverete tra gli altri:

  • la famosa e buonissima Pasta Garofalo
  • la mozzarella campana (di bufala e non)
  • i salumi nostrani (prosciutti, culatelli, mortadelle come Dio comanda)
  • alcuni dei nostri formaggi (gorgonzola dolce e piccante, taleggio, fontina…)
  • i cantucci senesi da intingere nel vino
  • schiacciatine, marmellate, cioccolata
  • una selezione di vini bianchi e rossi, nonché di grappe

Indirizzo: D. Solomou 1 – Neo Psychiko

Telefono: 210 6719900

Indirizzo internet: www.culpadeli.gr

Orari:

lun. mecroledì e sabato dalle 9 alle 18

martedì, giovedì e venerdì dalle 9…

View original 5 more words

In realtà leggo ancora anche narrativa e robe simili

Originally posted on La Stanza Bianca:

Ciao lettori,

Forse ultimamente ho parlato tanto di graphic novel, ma ci tenevo a precisare che leggo ancora anche narrativa e cose simili. Ecco una carrellata di letture fatte nell’ultimo periodo.

LIBRO-COVERJonas Karlsson, La Stanza, ISBN Edizioni. Ho letto e recensito questo libro per Finzioni qui. Credo che sia stato uno dei romanzi che mi ha preso di più negli ultimi tempi: l’ho divorato (è vero anche che è breve). Si tratta della storia di Björn, impiegato svedese, che parla in prima persona e narra in modo frustrato della propria vita in ufficio. Solo in un luogo, il protagonista di questo romanzo riesce a trovare sollievo, sentirsi al sicuro, lavorare tranquillamente: una stanza isolata, a metà del corridoio, arredata in modo semplicissimo.

Björn diventa man mano sempre più insofferente ai comportamenti dei colleghi, che considera persone mediocri e trasandate. Nella sua ottica, solo lui è altamente professionale e sarebbe meritevole di…

View original 744 more words

Luigi Sturzo: contro la mafia, per la liberazione del popolo siciliano

Originally posted on :

lessico

Non poteva mancare, tra le voci del Lessico sturziano di recente pubblicazione, una sezione dedicata alla mafia. Tema fondamentale, a cui ultimamente si è dato spazio anche in ambito istituzionale: dopo la giornata del ricordo delle vittime di mafia, che ha visto la partecipazione di numerosi rappresentanti pubblici, c’è stata l’approvazione della legge sullo scambio politico-mafioso e la declassificazione dei documenti sulle stragi. Curata dal magistrato Gaspare Sturzo – pronipote di don Luigi – che ha rivestito per parecchi anni incarichi riguardanti la lotta al crimine organizzato, la voce del Lessico illustra i momenti salienti della battaglia del sacerdote calatino contro la mafia. Battaglia condotta con diversi metodi, dalla formulazione teorica e all’azione pratica: come amministratore pubblico, durante gli anni in cui è stato consigliere comunale e pro-sindaco di Caltagirone; come sociologo, analizzando le dinamiche del malaffare e le sue connessioni con il potere allo scopo di risvegliare…

View original 739 more words

Skandalon (J.Maroh)

Originally posted on La Stanza Bianca:

Ho letto Skandalon, di Julie Maroh, autrice di graphic novel salita alla ribalta soprattutto grazie a Il Blu è un Colore Caldo, di cui ho parlato su Finzioni qui.

Skandalon (Glénat, 2013) è la storia di Tazane, musicista francese che riesce a sfondare anche a livello internazionale e, per i suoi modi arroganti ed anticonformisti, diventa l’icona di una generazione. Tazane è aggressivo, eccessivo, incontrollabile. Allo stesso tempo idolo delle masse, ma incubo per il suo entourage, il giovane è geniale nelle sue espressioni musicali, ma tormentato nella vita personale: non riesce a creare rapporti sani ed onesti con le persone che lo circondano, nemmeno con il suo manager ed il resto della band.

skandalon-01La trama è per la verità piuttosto scarna: tutto si gioca intorno ad un grosso scandalo che avviene più o meno a metà della storia, e che porterà Tazane ad essere…

View original 180 more words

Prossima uscita Mazinger Z: Threezero

Originally posted on ROBOPOWER:

11873484355_bc5b8d6407_zEcco la seconda uscita (di nostro interesse ) o piú precisamente il secondo grande annuncio di questa nuova joint venture Threezero – Bandai. Parlo di annuncio e non di uscita poiché ad oggi il fantasma-gorico “Ful Metal Ghost” non é ancora uscito, anche se cercando accuratamente sul web si trova materiale su questo futuro modello. Ora, la Threezero decide bene di stampare unnnnnnnnnnnnnnn Mazinger Zettooooo! (e mi direte e chi é questa ora? ecco qui due link interessanti per capire di quale segmento questa casa marchiata HK si accupa:

Link FB

Link sulla loro pagina in inglese)

In sintesi si tratta di una casa specializzata dal 2000 nella realizzazioni di action figuures in vinile con corredo di armi in diecast. Nel 2013 si ridestano e producono una svolta interessante, siglando alcuni accordi con Bandai… e su questo discorso ci vorrei tornare su tra breve, dopo la presentazione del Maziner Z.

View original 373 more words

Samuel Morse

Originally posted on °In giro per la storia°:

Immagine

Primo figlio del geografo e pastore protestante Jedidiah Morse e di Elizabeth Ann Breese, fu animato da aspirazioni artistiche. Completò gli studi all’allora College di Yale (oggi Yale University), dove divenne un pupillo del pittore Washington Allston. Si trasferì a Londra nel 1811 al seguito di Allston per dedicarsi alla pittura e alla scultura. La sua carriera artistica ebbe vita breve, dopo aver ricevuto la commissione di un ritratto per il marchese La Fayette. Rientrato in America, nel 1825 contribuì a fondare a New York la National Academy of Design. In quegli stessi anni continuò a dipingere dedicandosi anche all’insegnamento di pittura e scultura alla New York University. Fu solo fra il 1832 ed il 1836 che prese ad occuparsi di esperimenti chimici ed elettrici mettendo a punto un apparecchio telegrafico elettromagnetico che peraltro non riuscì a brevettare in Europa ma solo negli Stati Uniti grazie ad una notifica presentata all’ufficio brevetti di Washington. Tale brevetto, che mirava a far costruire una linea sperimentale di comunicazione tra Washington e Baltimora…

View original 100 more words